Posts Tagged ‘Palermo’

Due anni fa, con l’Urban Thinkers Campus ”Right to the Future“, abbiamo voluto promuovere l’idea di una Palermo capace di raccogliere e moltiplicare i suoi possibili scenari futuri e di applicare i principi della Nuova Agenda Urbana indipendentemente dalle risorse disponibili.

È stata l’occasione per discutere del “Diritto al Futuro” e offrire un contributo nel processo di costruzione di una città che conosca e incoraggi le ambizioni, le aspettative e i sogni di ogni suo singolo cittadino.

La bella notizia è che le visioni proposte dagli speaker che hanno preso parte alla conferenza, insieme alle numerose proposte presentate durante la Open Call e selezionate dal comitato scientifico, sono oggi finalmente condensate in un libro, edito da Altralinea.

Metterlo insieme non è stato affatto semplice, ha richiesto molto più tempo del previsto e senza il prezioso aiuto di Simone Tulumello e di tutti gli autori non saremmo mai riusciti a concludere questo lavoro. Per questo ringraziamo ancora tutti coloro che hanno permesso al nostro Kit di visioni per Palermo di vedere la luce e naturalmente a chi sceglierà di leggerlo.

Per poter scaricare la versione PDF del volume basta iscriversi alla newsletter di PUSH.

Buona lettura!

ISCRIVITI




PUSH utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per rimanere in contatto con te e per fornirti aggiornamenti periodici. Per favore spunta la seguente casella per ricevere la nostra newsletter periodica.

Puoi cambiare idea in qualsiasi momento facendo clic sul link di cancellazione dell’iscrizione nel piè di pagina di ogni email che ricevi da noi o contattandoci all’indirizzo social@wepush.org. Tratteremo le tue informazioni con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, visita il nostro sito Web. Cliccando qui sotto, ci autorizzi a elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini.

Utilizziamo Mailchimp come piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, accetti che i tuoi dati vengano trasferiti a Mailchimp per l’elaborazione. Per saperne di più sulle disposizioni sulla privacy di Mailchimp clicca qui.


A due anni dall’inizio del nostro progetto di ricerca europeo “MUV – Mobility Urban Values” e dopo più di 30.000 km sostenibili percorsi a suon di allenamenti a piedi, in bici e con i mezzi pubblici dagli atleti che utilizzano l’applicazione, siamo pronti per la sfida più attesa: il primo Torneo delle Città.

Otto i team che si sfideranno in questa nuova, entusiasmante, modalità di gioco: Amsterdam, Barcellona, Fundao, Ghent, Helsinki, Palermo, Roma e Teresina.

Alle sei città pilota del progetto, se ne sono infatti aggiunte da pochi mesi altre dieci grazie ad una Open Call lanciata a settembre 2018.

Tra le nuove arrivate, la nostra capitale e la Brasiliana Teresina si sono da subito distinte per la loro voglia di giocare e provare a cambiare le abitudini di mobilità cittadine.

Il torneo avrà inizio il 3 giugno e si concluderà il 21 luglio. Sette settimane di match, ognuno diretto e della durata di una settimana, in una vera e propria competizione sportiva alla fine della quale verrà incoronata la città più sostenibile.

Nel primo girone Palermo sfiderà Barcellona e lo farà senza timore.

Gli atleti palermitani sono infatti numerosi e agguerriti così come l’allenatore della squadra, l’Assessore alla Mobilità Giusto Catania.

In bocca a tutti i team e naturalmente forza Palermo!

Dopo l’esperienza di City as a Service e la partecipazione alla conferenza internazionale Habitat III, PUSH è stata selezionata dalle Nazioni Unite per organizzare un secondo Urban Thinkers Campus.

Right to the Future si terrà a Palermo dal 6 all’8 aprile 2017 e svilupperà un dibattito a partire dai principi della New Urban Agenda proponendo visioni per la città dei prossimi anni.

Tutti i cittadini under 35 che vorranno far parte dello staff dell’Urban Thinkers Campus potranno candidarsi e contribuire all’organizzazione di questo evento internazionle. Cerchiamo volontari intraprendenti che accolgano e diano supporto agli speaker e a tutti coloro che prenderanno parte al Campus.

Per la portata internazionale dell’evento è preferibile una buona conoscenza della lingua inglese.

Gli studenti universitari che verranno selezionati potranno richiedere il riconoscimento di crediti formativi CFU presso la facoltà di appartenenza.

Invia la tua candidatura entro il 1 aprile compilando il form qui di seguito.

[caldera_form id=”CF58ada859b8443″]

Sabato 20 febbraio 2016 si svolge, in contemporanea mondiale in 34 paesi e 69 città, il World IA Day, ovvero la Giornata Mondiale dell’Architettura dell’Informazione. In Italia avrà luogo in tre città, una delle quali sarà – di nuovo – Palermo.

A organizzare l’edizione 2016 del WIAD nel capoluogo siciliano sono alcune tra le realtà locali più attive nell’ambito dell’innovazione: PMO coworking, FabLab Palermo, Open Data Sicilia e PUSH, già organizzatore dell’edizione passata.

Il tema di quest’anno abbraccia una visione ampia, e proiettata al futuro, dell’architettura dell’informazione: Information Everywhere, Architects Everywhere.

La giornata di sabato 20 prevede l’intervento di diversi speaker al mattino (dalle 10.30 alle 13) e un workshop al pomeriggio, a partire dalle 15.

Interverranno:

Maria Cristina Lavazza, Architetto dell’informazione.

Peppe Sirchia, UX Designer

Chiara Curti, Architetto

Daniele Bruneo, Web & UX Designer

Betty Chatzisavvidou, UX Designer

Il workshop è intitolato “I dati come materia prima: cercarli, filtrarli, analizzarli e rappresentarli. Una carrellata teorico-pratica basata su esempi“, ed è gestito da Andrea Borruso, esperto di open data e componente di Open Data Sicilia.

L’appuntamento è per le 9.30 di sabato 20 febbraio all’Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia in Via Michele Miraglia 20. Per partecipare è necessario prenotare il proprio posto (gratuito) su Eventbrite. Il programma completo è disponibile sul sito www.wiadpalermo.com

PUSH, in qualità di membro associato World Urban Campaign, è stata selezionata per coordinare l’organizzazione dell’Urban Thinkers Campus “City as a Service”, una tre giorni di conferenze sul tema dei servizi per le città del futuro, che si svolgerà a Palermo presso i Cantieri Culturali alla Zisa l’8, 9 e 10 ottobre p.v.

È uno dei 28 campus selezionati dalle Nazioni Unite come eventi di avvicinamento alla conferenza mondiale sulle città del futuro Habitat III che si svolgerà a Quito nel 2016. Si parlerà del rapporto tra servizi digitali e spazi urbani attraverso seminari e workshop che coinvolgeranno società civile, startup, impresa, ricerca e pubbliche amministrazioni.

Per la forte importanza che questo evento avrà per la città di Palermo, PUSH intende coinvolgere la cittadinanza e le associazioni del territorio con un Programma Volontari.

Il Programma Volontari per Urban Thinkers Campus 2015 permetterà a tutti i cittadini under 35 che vorranno collaborare a questo evento di far parte dell’organizzazione quotidiana del Campus, accogliendo e dando supporto ai partecipanti – speaker e uditori – che arriveranno da tutte le parti del mondo. Per questo motivo è richiesta una buona conoscenza e padronanza della lingua inglese.

Sarà un’occasione formativa unica, che permetterà agli studenti di fare richiesta per acquisire CFU validi per il proprio percorso accademico.

Invia la tua candidatura entro il 25 settembre 2015 compilando il form qui di seguito.


[ipt_fsqm_form id=”9″]

Grandi novità sul fronte di trafficO2: l’app che premia gli spostamenti sostenibili è approdata anche a Milano e Roma.

Dopo aver ricompensato l’eco-sostenibilità degli studenti palermitani, l’app ha aperto la sfida anche a tutti gli utenti della Capitale e del capoluogo lombardo; non solo agli studenti, ma anche a chi si sposta quotidianamente per andare al lavoro decidendo di farlo rispettando l’ambiente: a piedi, in bici, condividendo i mezzi (auto e moto) e prendendo i mezzi pubblici.

Tre quindi le community in gioco: Palermo Connection, Roma Capoccia e Mia Bela Madunina.

Ogni community partecipa alla propria Sfida Generale e  alle sotto-sfide dedicate alla tipologia di mezzo scelto o del percorso fatto, per le quali potrà vincere dei badge, altra novità dell’app.

Gli utenti delle tre communities poi si sfidano nel Campionato Italiano, che premierà l’utente che tra tutte e tre città avrà accumulato più punti: un riconoscimento virtuale ma comunque apprezzabile!

Novità anche tra i premi: per i primi classificati delle sfide di Milano e Roma un volo a/r per Palermo, i gadget firmati trafficO2 per i secondi e terzi classificati.

Per gli utenti di Palermo premi-esperienze offerti da partner dell’associazione: dal laboratorio creativo con Edizioni Precarie al co-working di PMO, dalla lezione di cucina con lo chef Cammarata al corso di stampa 3D del FabLab, le sorprese sono tutte nuove e da scoprire.

È ancora possibile registrarsi e partecipare alla Secret Challenge, che durerà fino al 27 luglio.
Per ogni community è stato predisposto un gruppo di assistenza su Facebook:

Roma: http://on.fb.me/1GpjkcN
Milano: http://on.fb.me/1TNcnez
Palermo: http://on.fb.me/1J4rdYc

Tutte le info e i regolamenti sono disponibili sul sito traffico2.com.

 

Giovedì 28 maggio 2015 nella Sala delle Capriate di Palazzo Steri PUSH, in una conferenza stampa, ha presentato i risultati ottenuti dalla sperimentazione di trafficO2. L’app, serious game per la mobilità sostenibile, è stata sviluppata nell’ambito del progetto “Smart Cities and Communities and Social Innovation” promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Durante la conferenza stampa è stata raccontata la nascita del progetto, il suo sviluppo, e i dati che raccontano il cambiamento delle abitudini degli utenti che hanno giocato con l’app. Nel successivo dibattito si è discusso sullo stato della mobilità sostenibile a Palermo, delle possibilità date dal car e bike sharing e della necessità da parte delle pubbliche amministrazioni di abbracciare nuovi strumenti per incentivare gli spostamenti sostenibili.

Il dibattito, moderato il dibattito Tony Siino, blogger Rosalio – il blog di Palermo, ha visto gli interventi di:

– Ignazio Vinci, Professore di Urbanistica presso l’Università degli Studi di Palermo

– Marcello Marchese, responsabile del progetto Car Sharing Palermo

– Valentina Russo, Consulente dell’Assessorato Regionale Mobilità e Trasporti

Salvatore Di Dio, direttore di PUSH.

Sono inoltre intervenute Sarah Catalano, rappresentante di Officine Achab e Laura Malleo di Perciasacchi, che hanno riportato le proprie importanti testimonianze come partner del progetto trafficO2.

Infine i Super User Antonio Garofalo, Stefano Palma e Lorenzo Sanseverino hanno preso la parola per raccontare la propria esperienza con l’app. È stata anche l’occasione per premiare tutti i tester che hanno vinto l’ultima SUVChallenge.

La conferenza è stata organizzata dall’Associazione no profit PUSH con il patrocinio dell’Università degli Studi di Palermo.

Su Facebook è possibile vedere la gallery fotografica dell’evento e delle premiazioni.

Dopo aver “invaso” la GAM e il Teatro Massimo, PUSH – in collaborazione con Iride_ work in pixel – torna a organizzare un’invasione digitale a Palermo.

Quest’anno è la volta di Villa Malfitano – Fondazione Whitaker, residenza dell’imprenditore di origine inglese Joseph Whitaker.

L’invasione è prevista per domenica 3 maggio 2015 e consisterà in visite guidate all’interno della palazzina tardo ottocentesca. Sarà inoltre possibile visitare il magnifico parco circostante.

La Fondazione provvederà a offrire ai partecipanti dei percorsi guidati, fruibili al prezzo speciale per l’occasione di 4 euro.

Cominciando con una colazione all’inglese, offerta dall’associazione PUSH nel porticato della palazzina, si potranno visitare le stanze del piano terra che contengono una ricchissima varietà di oggetti antichi e spettacolari: una collezione di arazzi fiamminghi del XVI secolo, una coppia di elefantini in smalto cloisonné provenienti dal palazzo imperiale di Pechino, un clavicembalo settecentesco recentemente restaurato, collezioni di porcellane, ventagli, coralli trapanesi del Seicento e Settecento, quadri dell’Ottocento siciliano e una rara specchiera veneziana del Sei-Settecento.

Per chi volesse prendere parte all’Invasione, l’appuntamento è dalle 10.30 alle 14.30 in Via Dante 167 al grido di #acasaWhitaker.

Le visite partiranno ogni 30 minuti. Potrete quindi già prenotare la vostra visita scaricando il ticket su Eventbrite con la fascia oraria preferita.

I partecipanti – muniti di smartphone, tablet, macchina fotografica o videocamera – potranno condividere i loro post della pacifica invasione della Villa Malfitano – Fondazione Whitaker sui principali canali social come Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e Youtube, utilizzando l’hashtag #acasaWhitaker, #invasionidigitali e #colazioneMalfitano.

Instagramers Palermo e la community Social Influencer Palermo saranno partner dell’Invasione #acasaWhitaker. Vi invitiamo pertanto il giorno dell’evento ad aggiungere alle vostre foto anche il tag #igerspalermo, hashtag ufficiale della community nostrana di Instagramers.

I contenuti saranno aggregati sul portale principale Invasioni Digitali utilizzando l’hashtag #invasionidigitali e, a livello locale, attraverso il più specifico #acasaWhitaker e #siciliainvasa2015.

Per qualsiasi informazione potete scrivere a comunicazione@wepush.org.

Una maratona di 8 ore alla Sala delle Lapidi di Palazzo delle Aquile di Palermo sabato scorso, durante le quali si sono susseguiti 9 speaker che hanno affrontato il tema del World IA Day di quest’anno: Architecting Happiness.

Grande interesse del pubblico, professionisti del settore o semplici fruitori incuriositi dalla tematica dell’evento. L’Architettura dell’Informazione (Information Architecture il termine inglese) infatti mette in relazione contenuti e utenti, organizzando le informazioni in modo da renderle accessibili e facili da comprendere, al fine di migliorare l’esperienza dei fruitori finali. Antropologia, Marketing, UX Design sono solo alcune delle discipline che si intersecano.

L’approccio del nostro WIAD è stato quello di avvicinare Palermo a temi ed esperienze di respiro internazionale, da Eugenio Menichella che ha raccontato l’investimento di società e strutture sportive in ritorno in emozione fino all’analisi delle relazioni tra stakeholder e clienti, ben analizzate da Stefano Dominici.

Successo dell’evento anche online: oltre 200 le visualizzazioni della diretta streaming e intenso live tweeting nell’arco della giornata attraverso l’hashtag #wiadpalermo.

Anche la pausa pranzo ha raccontato in che modo si può architettare felicità attraverso il cibo: lo street food tour, in collaborazione con StrEat Palermo Tour ha accompagnato il folto gruppo di partecipanti lungo i vicoli del centro storico, tra un aperitivo in Vucciria con Zibibbo e formaggi e un pranzo in perfetto stile “street food” con le tipicità gastronomiche locali.

Tutti noi siamo molto soddisfatti di aver portato il WIAD per la prima volta a Palermo e tutto ciò ci da i giusti stimoli per continuare a portare nella nostra città nuove e interessanti iniziative.

Un ringraziamento speciale a chi ha scelto di supportare la manifestazione:

Comune di Palermo, Banca Nuova, The Information Architecture Institute, Architecta – Società Italiana di Architettura dell’Informazione, AMG Print, B&B l’Olivella, Edizioni Precarie e Tenute Orestiadi.

Per chi si fosse perso l’evento o volesse rivedere alcuni interventi, abbiamo pubblicato sul nostro canale YouTube tutti gli speech dei relatori.

Sabato 27 dicembre, nell’ambito del progetto “Natale con i Miei” promosso dall’associazione culturale “90100”, PUSH parteciperà all’evento “La festa del giardino incantato” che si terrà nel Carcere Borbonico Ucciardone di Palermo. L’intera manifestazione è dedicata a un tema molto delicato: la possibilità, da parte dei figli dei detenuti, di poter celebrare le festività natalizie insieme ai propri genitori.

Come ricorda l’associazione “90100”,  per la prima volta in Europa e in Italia il 21 marzo scorso il Ministro della Giustizia e il Garante per l’Infanzia hanno firmato “La Carta dei figli dei genitori detenuti”. Un Protocollo d’Intesa che riconosce formalmente il diritto dei figli minorenni di persone detenute alla continuità al proprio legame affettivo con il proprio genitore durante la detenzione, così come sancito dall’articolo 9 della Convenzione ONU dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

La manifestazione “Natale con i Miei”, finanziata dal Comune di Palermo, durerà dal 23 dicembre al 6 gennaio e prevede l’allestimento – nell’area verde del carcere – di un “Giardino di Babbo Natale“, uno spazio decorato in modo fiabesco e natalizio che sarà fruibile dai bambini e dalle mamme in visita ai detenuti del Carcere Ucciardone, come ludoteca e spazio aggregativo.

Sabato 27 dicembre questo giardino ospiterà 100 bambini figli di persone detenute, che potranno trascorrere con i propri genitori una mattina speciale, ricca di iniziative che li coinvolgeranno – con entrambi i genitori – in attività ludiche e creative. 

PUSH sarà presente per testimoniare con un fotoreportage l’evento e per supportare la manifestazione, di grandissima importanza per la città di Palermo.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Comune di Palermo.

Un’altra vittoria per Palermo onTour: l’app, che permette di pianificare itinerari turistici georeferenziati in base al tempo a disposizione, ha vinto il secondo premio al contest “ApPalermo, Palermo Open Data Contest”.

La competizione era stata lanciata dal Comune di Palermo con lo scopo di incentivare lo sviluppo di app basate sull’utilizzo degli Open Data, diffusi dallo stesso Comune, e conseguentemente facilitare l’accesso al patrimonio informativo pubblico aumentando il numero e il livello dei servizi digitali per i cittadini e i turisti.

Palermo onTour, che oltre agli itinerari fornisce informazioni utili ai turisti ed è utilizzabile anche offline, si è dimostrata all’altezza della competizione vincendo il secondo premio di 5.000 euro, che saranno reinvestiti per ampliare le funzionalità dell’app. Sul sito del Comune di Palermo è disponibile la classifica dei vincitori del contest.
L’applicazione ha di recente vinto il Mob App Awards 2014 nella categoria “Viaggi e Turismo”, e vanta anche il primo premio dell’Android App Festival.

Attualmente è disponibile per Android ed è scaricabile gratuitamente sul Play Store.

Dal 22 al 24 ottobre si svolgerà a Milano a Fieramilanocity SMAU, l’evento di riferimento nei settori digital e ICT per le imprese e i professionisti italiani.

All’interno dell’area Open Innovation sarà presente il MIUR, insieme a 14 dei progetti innovativi vincitori del bando Smart Cities and Communities and Social Innovation.

I 14 progetti innovativi  saranno presentati all’interno di un’area espositiva dedicata con l’obiettivo di far conoscere le proprie idee di business e progettualità evolute e facilitare lo scambio di conoscenze e il networking.

Durante i tre giorni di manifestazione si svolgeranno oltre venti workshop formativi tenuti da esperti, docenti e analisti sui temi dei finanziamenti per imprese e startup, smart working, open innovation e crowdsourcing.

Tra i 14 progetti innovativi vincitori del bando Smart Cities and Communities and Social Innovation presentati dal MIUR ci sarà anche trafficO2, il progetto market based di social computing per la mobilità urbana delle comunità sviluppato da PUSH. Saremo presenti allo Stand A32, padiglione 2.

Venerdì 24 ottobre, alle ore 13, i progetti innovativi in ambito Smart City e Social Innovation – tra cui appunto trafficO2 – si presenteranno in soli 90 secondi nell’ambito di uno speed pitching moderato da Emil Abirascid.

Venerdì 17 e sabato 18 ottobre ai Cantieri Culturali alla Zisa a Palermo si terrà il Nuove Pratiche Fest, ideato e organizzato da CLAC e :duepunti, per conto del Comune di Palermo nell’ambito del programma dei Cantieri del Contemporaneo. La manifestazione ha al centro della sua riflessione il tema dell’Innovazione Culturale e per questo chiama a intervenire gli operatori del settore per una serie di incontri e dibattiti.

In occasione del festival si terrà un workshop dal titolo “To be or not to be (vogliamo vivere)” a cui PUSH – rappresentata da Giorgia Teresi e Alessia Torre –  prenderà parte.

Durante il workshop – curato da Sociolab – gli operatori culturali e gli innovatori sociali si incontreranno per discutere di vari temi, dal rapporto pubblico-privato nel settore della cultura all’imprenditoria culturale e nuove forme di sostenibilità.
Il confronto sarà finalizzato a elaborare alcune proposte di dibattito da consegnare e discutere nella tavola rotonda finale.

La partecipazione al workshop è gratuita previa iscrizione; tutti gli altri incontri in programma – anch’essi gratuiti – sono aperti a tutti. È possibile consultare il programma completo on-line sul sito dedicato alla manifestazione. 

Palermo Pulita è l’app ideata da Social Street Palermo che permette di segnalare la presenza di rifiuti, discariche abusive e danni all’arredo urbano presenti nel territorio della città di Palermo.

L’utilizzo dell’app è semplice e immediato: per fare le segnalazioni è sufficiente scattare una foto in tempo reale, selezionare la categoria di riferimento (discariche abusive, rifiuti pericolosi, rifiuti urbani e danni all’arredo urbano) e inviare l’informazione geolocalizzata al server. Le segnalazioni vengono raccolte in modo totalmente anonimo dall’app, e i dati raccolti verranno successivamente mostrati sotto forma di density map sulla pagina http://socialstreetpalermo.it/up/ per capire quale zona ha bisogno di un intervento urgente.

PUSH. – che sposa i valori di partecipazione civica attiva veicolati dalla comunità solidale e partecipativa di Social Street Palermo – ne ha realizzato la versione iOs, scaricabile dall’App Store a questo indirizzo.

I Mondiali Brasile2014 nascono sotto il segno dei Social: da Twitter che propone di personalizzare il proprio profilo con i colori della nazionale seguita, a Facebook che racchiude tutte le informazioni utili sulla pagina “Worldcup”, sono numerose le iniziative che spingono gli utenti a fare il tifo per la propria squadra anche online.

PUSH non è da meno e per celebrare i Mondiali ha ideato Tweet4Score, un progetto di service design per migliorare l’esperienza del “social-mondiale“. Il progetto è stato lanciato sabato 12 giugno in occasione dell’esordio della nazionale italiana con un video. L’idea è quella di giocare su twitter una partita del tutto social, calcolando tramite una formula originale il grado di popolarità di una squadra sul famoso social network.

Tramite il sito è possibile trovare le statistiche di tutte le squadre e tutti gli account twitter dei giocatori convocati per menzionarli direttamente nei propri tweet. È così possibile scoprire l’influenza social delle nazionali e il punteggio dei loro calciatori, calcolato su una scala da 35 a 100. Chi non ha un account Twitter o non lo utilizza avrà un punteggio basso, mentre le star più coinvolte online – come Mario Balotelli, che vanta quasi due milioni e mezzo di follower e quasi mille tweet – saranno più vicine alla vetta dei 100 punti.

Durante ogni match, Tweet4Score crea una pagina live che confronta i due team, dà rapidamente informazioni sui giocatori e calcola in tempo reale la percentuale di popolarità su Twitter delle due squadre che si sfidano, assegnando loro un social score che tiene conto delle citazioni degli hashtag ufficiali o quelli più utilizzati dai supporter, come per esempio #Vivoazzurro per l’Italia e #Allezlesbleus per la Francia. Non contano più le qualità tecniche del team o i gol segnati, a fare la differenza infatti è il supporto social dei tifosi.

Seguite il progetto Tweet4Score sul profilo twitter @tweet4score, tramite l’hashtag #T4S, sulla pagina Facebook dedicata e non dimenticate di controllare chi sta vincendo la gara social su www.tweet4score.com.

Piazza Sant’Anna, 3 - 90133 Palermo
(+39) 091-6164848
C.F. 97285820821

Informativa sulla privacy