Posts Tagged ‘claudio esposito’

Il nostro progetto Slowscape diventa un libro in cui vi raccontiamo il piano di rigenerazione che mira a trasformare la rete delle antiche torri del sistema difensivo della costa pugliese in un network moderno dedicato all’innovazione.

news_claudio_4

Un progetto che ci ha visto primeggiare tra le oltre 514 proposte candidate al concorso “ARS” della Fondazione Italiana Accenture nel 2014, portandoci alla stipula di un protocollo d’intesa con un gruppo di comuni dell’arco ionico salentino per l’attuazione del progetto pilota.

news_claudio_3Slowscape diventa oggi un libro di architettura e paesaggio che presenta l’ultimo censimento aggiornato relativo allo stato giuridico e di utilizzo delle torri costiere presenti lungo il litorale pugliese e immagina un loro recupero. Il libro è l’esito di un lungo percorso progettuale e di dialogo con istituzioni e stakeholders intrapreso da PUSH che ha portato nel luglio del 2014 alla stipula di un protocollo d’intesa con i comuni di Nardò, Galatone e Porto Cesareo finalizzato all’attivazione di un progetto pilota per la riattivazione di 9 torri costiere. Esso immagina di riconnettere le torri sia fisicamente attraverso sistemi di mobilità lenta, sia virtualmente attraverso l’attivazione di una rete wireless mesh in grado di fornire un servizio di connettività ad internet in banda larga. Un progetto forse utopico, come utopico fu immaginarsi una rete continua di torri che doveva servire da presidio visivo per segnalare e difendere la costa dai pericoli dei corsari saraceni: una rete di monumenti che rappresenta oggi un unicum internazionale ed una occasione straordinaria in ottica turistica per i luoghi chiave del territorio dove le torri sorgono.

L’autore, nostro socio, Claudio Esposito (Bari, 1987) è un architetto pugliese, con un profilo caratterizzato da una ibridazione tra diversi settori e ambiti.  È il fondatore di The Piranesi Experience, start up attiva nella comunicazione per l’architettura e l’arte. A questo affianca l’attività da progettista con Ines Bajardi, tra le prime STP in forma cooperativa in Italia. È docente a Roma presso il Centro Sperimentale di Cinematografia e l’Istituto Europeo di Design IED.

Introduzione di Gianfranco Bombaci. Con testi di Ernesta Caviola, Daniela De Francesco e Salvatore Di Dio. Progetto fotografico: “Paesaggio Lento” di Barbara Rossi, 2015. Progetto grafico di Jonny Egon.

È disponibile su Amazon

Bilancio positivo per l’esperienza in Brasile dove Claudio Esposito, Mauro Filippi e Andrea Tosatto hanno presentato alla giuria della sezione Smart Cities del Fi-Ware Challenge il progetto The Social Market, una piattaforma pensata per incentivare e premiare le azioni positive all’interno della propria comunità di riferimento, realizzato in collaborazione con il team di Ines Bajardi.

Una settimana intensa, durante la quale la commissione tecnica FI-WARE – composta da esperti informatici e sviluppatori specializzati – ci ha aiutato a mettere a punto un prototipo in vista della presentazione finale, nell’ambito dell’ampio scenario tecnologico del Campus Party Brasil che ospitava la competizione.

La giuria, al termine dei lavori, ha premiato i 3 progetti vincitori: Fi-Guardian di Marcos Marconi (Brasile), Sparky app di Alejandro Santamaria (Messico) e Smartbox di Alvaro Romero Izquierdo (Spagna). Inoltre, due menzioni speciali: “App più innovativa” per Smart App City di Daniel Menchaca (Spagna) e “Giovane sviluppatore” per Smart Zity di Aberto Martin Alcubierre (Spagna).

Qui l’elenco completo dei progetti finalisti e di quelli premiati. Noi ci mettiamo già all’opera per l’edizione 2015.

Piazza Sant’Anna, 3 - 90133 Palermo
(+39) 091-6164848
C.F. 97285820821

Informativa sulla privacy