Bando Accenture: presentato Slowscape

Da progetto di ricerca universitario a concreta proposta imprenditoriale per il rilancio sostenibile del territorio.

Il progetto – ideato dall’architetto pugliese Claudio Esposito in collaborazione con PUSH – mira al recupero, alla rifunzionalizzazione e alla valorizzazione dell’antico sistema difensivo della costa pugliese la cui infrastruttura di avvistamento è composta da 127 torri, realizzate tra il XIII e il XVII sec., alcune delle quali oggi, purtroppo, in stato di abbandono.

L’attenzione è incentrata su 8 torri nella zona di Gallipoli da rifunzionalizzare in luoghi d’incontro, fab lab, centri di formazione e spazi di coworking trasformando quel tratto di costa in una sorta di “Club Med” per innovatori e startupper, sfruttando la vocazione turistica del territorio pugliese.

Le torri verranno collegate tra loro con un sistema di percorsi ciclopedonali e connesse virtualmente da un sistema wireless mesh che coprirà oltre 40 km di costa con un segnale internet a banda larga.

La nuova rete si trasformerà: da strumento di difesa a sistema diffuso di fruizione slow del territorio e del paesaggio, con servizi innovativi di mobilità e condivisione.
Rileggere le radici della cultura salentina e impiantare sulla splendida costa pugliese i catalizzatori di crescita che stanno favorendo il processo d’innovazione del nostro Paese, per dare agli abitanti del territorio e ai turisti stimoli e strumenti per diventarne parte attiva.

Il progetto, in concerto la Regione Puglia e le amministrazioni dei comuni interessati, conta numerosi partner – tra cui: The Hub Bari, iStarter, Istituto Superiore Mario Boella, J.A.N.U.B – che contribuiranno con la loro expertise nel settore.

«Un progetto, concreto e realistico, per trasformare le torri costiere abbandonate in centri per innovatori e startupper».

(Riccardo Luna su ilPost)




Piazza Sant’Anna, 3 - 90133 Palermo
(+39) 091-68777079
C.F. 97285820821

Informativa sulla privacy